Uno spunto per riflettere

La pratica marziale, [...] si sviluppa sempre su due binari che scorrono paralleli, quello della mente e quello del corpo, considerando l’uomo un’unità psicosomatica. — R. M. Distefano